Ipercorpo 2017 Patrimonio


Simposi – alla Cantina di Via Firenze, dialoghi a pranzo attorno alla parola “patrimonio”


Cos’è un patrimonio? Quali sono i suoi confini? Quando un oggetto o un’azione sono patrimonializzabili e perché? E’ possibile parlare di patrimonio nelle arti performative e nell’arte contemporanea? La parola “patrimonio” ha ancora un valore politico?


Queste alcune delle domande rivolte ad ospiti che invitiamo a dialogare con il pubblico presente, alternando al confronto verbale il piacere della tavola in orario prandiale. La Cantina di via Firenze è fin dalle origini di Ipercorpo un luogo di elezione, le prime edizioni si svolgevano in aperta campagna, a Rovere, non distanti dalla cantina. Quest’anno entra a pieno titolo fra i patrimoni del festival ospitando questi incontri e offrendo un saggio della sua accoglienza culinaria. [Inizio incontri ore 11.00. Inizio pranzo ore 12.45/13.15. Info e prenotazioni.]


Scopri il calendario dei simposi e i simposiarchi.





Restauro murale storico di viale Roma


Progetto a cura di Barbara Longiardi e Città di Ebla, in collaborazione con le Politiche Giovanili del Comune di Forlì e del Liceo Artistico e Musicale Statale, con il patrocinio dell’Ambasciata del Cile in Italia.

Poco dopo il mio arrivo a Forlì ho intravisto sul muro di Viale Roma, facendo benzina al distributore, un meraviglioso murales, che da subito ha catturato la mia attenzione trasmettendomi con ardore la forza delle sue immagini e della storia che narrava”.


È in questo modo che Carlotta, studentessa universitaria a Forlì diversi anni fa, inizia il suo articolo dedicato al murale di viale Roma e a quello di via Minardi.

Il murale di viale Roma fu realizzato negli anni ’70 da diversi esuli cileni insieme ad alcuni studenti dell’Istituto d’Arte di Urbino e si inserisce in un più ampio progetto composto da 5 murales realizzati nella città di Forlì. Esprime i sentimenti di libertà del Cile e il dissenso al regime di Pinochet, ma allo stesso tempo i principi di collaborazione e accoglienza della comunità forlivese. Il valore artistico dell’opera è legato alla figura del suo realizzatore principale, il muralista cileno Alejandro – Nestor – Rodriguez, di cui nel 2017 cade l’anniversario della nascita.

A guidare l’opera di recupero, unitamente alle testimonianze dei partecipanti forlivesi al progetto, sarà uno degli ultimi muralisti viventi, Eduardo “Mono” Carrasco, nome clandestino e provvisorio di Héctor Carrasco. Grafico, muralista, promotore culturale, fondatore della Brigada Ramona Parra (gruppo muralista cileno), Mono vive e lavora in Italia dal 1974. Insieme a Mono, ancora una volta, saranno presenti per il recupero gli studenti del Liceo Artistico e Musicale Statale di Forlì.


A breve il calendario degli appuntamenti relativi al progetto.


Paesaggio Privato


Progetto di Anna Scalfi Eghenter – Sezione Arte a cura di Cecilia Canziani e Davide Ferri

L’intervento di Anna Scalfi, presentato a Ipercorpo nel mese di maggio, consiste nella collocazione in diversi punti della città di una serie di targhe che recano l’indicazione ‘paesaggio privato’, un invito a riappropriarsi non solo di luoghi negati e spazi non percorribili della città, ma di punti di vista, di punti per una vista. Presentata nel 2012 sotto forma di prototipo, ed esposta nuovamente questo autunno nell’ambito della 16 Quadriennale di Arte di Roma, viene per la prima volta predisposta come processo da costruire collettivamente per la città di Forlì in occasione di Ipercorpo.


  • Tutto
  • Arte
  • Musica
  • Teatro

22 ottobre 2017

Cesare Pietroiusti

11:00 - 14:30

La Cantina di via Firenze

Simposio con Cesare Pietroiusti

Italian Performance Platform


Nata in punta di piedi per dare piccole risposte concrete alla necessità di far conoscere e circuitare spettacoli italiani all’estero, Italian Performance Platform è oggi una piacevole e preziosa consuetudine per numerosi operatori internazionali che hanno inserito nei loro calendari questo appuntamento che apre lo sguardo del festival Ipercorpo ad una dimensione sempre più internazionale. In 5 anni oltre 60 operatori di 14 differenti nazionalità sono arrivati a Forlì, si sono confrontati, hanno dialogato con gli artisti intorno a temi urgenti e attuali. E continuano a farlo anche ora, parlando di patrimonio, dei rapporti tra gli artisti, i luoghi e le comunità, ma anche condividendo il patrimonio della loro esperienza professionale nella masterclass internazionale.


Masterclass Internazionale Scena Europa


Nell’ambito del progetto Italian Performance Platform, attivo con successo dal 2013 in seno al festival Ipercorpo, nasce quest’anno una nuova sfida, frutto del desiderio di condividere sempre di più con il territorio e con chiunque ne sia interessato, le ricchezze professionali ed esperienziali che transitano ogni anno attraverso la nostra preziosa piattaforma per operatori internazionali. Arriva un tassello nuovo da aggiungere a questo composito puzzle di talenti e di umanità eccezionali. Si tratta di una masterclass internazionale per trasmettere insegnamenti e buone pratiche a tutti coloro che lavorano nell’organizzazione, promozione e comunicazione dello spettacolo dal vivo e sono interessati alla diffusione di spettacoli italiani all’estero, alla creazione di network internazionali e multidisciplinari, alle strategie con cui intercettare e fidelizzare un nuovo pubblico. Per informazioni e approfondimenti: scenaeuropa.blogspot.it


Mara Serina, iagostudio


Cura e conduzione di Silvia Mei

L’Osservatorio è uno spazio-tempo di lettura, approfondimento e riflessione curato e condotto da Silvia Mei a partire dagli eventi performativi di Ipercorpo.
Si tratta di un luogo separato e protetto in cui la comunità provvisoria di “osservatori” –  giovani, studenti e chiunque voglia avvicinarsi ai linguaggi della scena contemporanea – è chiamata a frequentare il festival e a condividere le proprie singolari esperienze estetiche.
Gli incontri, a cadenza giornaliera, intendono guidare i partecipanti lungo piste di accostamento alla creazione artistica, per aprire nuovi varchi di ricettività e fornire stimoli ulteriori alla fruizione degli eventi.

Silvia Mei è ricercatrice in performing arts, critica e curatrice teatrale. Docente a contratto per l’insegnamento di Storia della regia presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna e di Storia del teatro presso la Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino. Critica e affiancatrice della nuova scena, scrive per l’online della rivista  «Culture Teatrali», di cui è responsabile editoriale, e dal 2006 svolge formazione del pubblico. Autrice di diversi saggi e articoli in rivista, in italiano, francese e inglese, frequenta dal 2008 il teatro argentino e ne cura la trasmissione italiana (Claudio Tolcachir/Timbre4. Una trilogia del living, 2012; R. Spregelburd, Lucido (con tre scritti), 2014). Ha curato, con Fabio Acca, Il teatro e il suo dopo, volume in omaggio a Marco De Marinis (2014) e il monografico La terza avanguardia. Ortografie dell’ultima scena italiana, «Culture Teatrali», n. 24 – 2015.

L’Osservatorio dell’edizione 2017 ha ospitato un gruppo di lavoro composto da studenti del corso di laurea in DAMS dell’Università di Bologna, preposto alla produzione di materiali intorno al festival pubblicati in fogli bigiornalieri.

Scarica il foglio  [foglio_osservatorio_ipercorpo2017]

[Il gruppo di lavoro dell’Osservatorio 2017, da destra: Silvia Mei, Michela Nicolai, Natascha Scannapieco, Martina Montanari, Chiara Musa, Emanuele Regi]

Il festival desidera ringraziare tutti i membri del gruppo di lavoro dell’Osservatorio 2017.

 

Scarica allegato

Crediti

IPERCORPO 2017 PATRIMONIO – Sessione autunnale

- Un progetto di Città di Ebla

Direzione generale:
Claudio Angelini

Organizzazione e amministrazione:
Elisa Nicosanti

Teatro a cura di:
Mara Serina, Valentina Bravetti, Claudio Angelini

Musica a cura di:
Elisa Gandini e Davide Fabbri

Arte Contemporanea a cura di:
Davide Ferri e Cecilia Canziani

IPP- Italian Performance Platform e Masterclass Scena Europa a cura di:
Mara Serina-iagostudio eventi e comunicazione con la collaborazione di Matteo Rinaldini

Osservatorio sul festival e simposi con i maestri:
Silvia Mei

Cura progetto EXATR-Lab:
Francesco Tortori / Spazi Indecisi

Cura progetto di rigenerazione mural via Roma:
Barbara Longiardi in collaborazione con Mono Carrasco e gli studenti del Liceo Artistico e Musicale di Forlì

Assistenza alla produzione progetto Family Affair:
Casa del Cuculo

Direzione tecnica e collaboratori:
Luca Giovagnoli con Stefan Schweitzer, Lorenzo D’Anna, Nicola Mancini, Kebe Abdoulaye

Progetto grafico e ideazione folder:
Elisa Gandini

Layout:
Davide Santoli / Domanistudio.it

Comunicazione e promozione:
Vania Vicino e Elisa Nicosanti

Accoglienza artisti:
Carl Cappelle

Ufficio stampa:
Agnese Doria e Alberto Marchesani

Area bar a cura di:
Poderi dal Nespoli

Fotografie e trailer video:
Gianluca “naphtalina” Camporesi

- Gli spazi

Ex Deposito ATR

Diagonal Loft Club

Case ACER

La Cantina di Via Firenze

Piazza Guido da Montefeltro

Murale viale Roma

- Da 12 anni insieme a:

MGM-Mondo del Vino / Poderi dal Nespoli

- Partner Tecnici:

Hotel Executive

- In rete con:

EXATR
Spazi Indecisi

Area press

IPERCORPO 2017 PATRIMONIO – Sessione autunnale

Scarica il Comunicato Stampa del progetto di ripristino del murale storico di Viale Roma e le foto storiche (anno 1976) ed attuali (anno 2017) del murale stesso.


Invito e comunicato stampa (doc e pdf)
Foto murale viale Roma