Il trattamento delle onde


Un ballo al suono delle campane

coreografia: Claudia Castellucci insegnante coreografo: Alessandro Bedosti
con: Sissj Bassani, Silvia Ciancimino, Benedetta Gianfanti, René Ramos, Francesca Siracusa, Pier Paolo Zimmermann
Produzione: Socìetas

della Scuola del movimento ritmico Mòra. Anno 2019
Campane dell’Abbazia di Saint-Benoît d’En-Calcat, Francia, registrate nell’Anno 1958

ph. Socìetas

Una danza fondata sul suono delle campane e attuata col bastone. Il suono delle campane si prolunga in una durata che somma molti rintocchi e si dispone a essere rifratto ed espanso dalle correnti. La consistenza spettrale del suono fonda una capacità di ascolto che stringe insieme la presenza e la memoria (una presenza che non passa). La sequenza dei battimenti che continuano a galleggiare nell’aria genera coincidenze aleatorie e ritmi, differenti e compresenti. I danzatori trattano tutto questo come un insegnamento.