CUMULONEMBI ALLA MIA PORTA


Di: Nicola Toffolini, Eva Geatti, Stefano Pilia

Come se i paesaggi interiori potessero realmente scorrere all’interno di un luogo…
la sequenza avviene all’interno di un abitacolo che è un’automobile, considerata come unità abitativa individuale dallo spazio ridotto, una cella minima, una voliera per un uccellino con le fattezze di una donna.
Cambia l’umore dell’evento e cambia la densità dell’aria, l’abitacolo diventa fumoso, s’ingrigisce l’interno e l’azione si proporziona all’andamento della visibilità nel rapporto di stretta dipendenza tra gli accadimenti all’interno e all’esterno dell’auto, la modificazione della densità dell’aria e lo scarico del fumo all’esterno, trova origine il processo di regolazione dei flussi che determina in tempo reale la possibilità della visione.