Presentazione


Immaginare  avamposti,  spazi di resistenza avanzati, occuparsene prima ancora di occuparli. Aprire il portone di un cinema chiuso, salire su una terrazza e proiettare un film. Trasformare  un  quartiere abbandonato, un angolo di strada, una panchina. Far seguire all’immaginazione un’ azione che continui a inseguirla, tener duro durante la scalata. Come un alpinista estremo che nel rischioso attacco a una nuova via, e nella sua riuscita, realizza un atto estetico prima ancora che esplorativo.


Abbiamo interrotto la nostra presenza nel luogo che ci ha spinti a portare il festival dalla campagna alla città, l’Ex Deposito ATR.  Stiamo lavorando perché sia un’ interruzione temporanea e nel frattempo decidiamo di rimanere in città. E’ lì che il teatro ha il suo luogo fondativo. Gli spazi che ci ospitano (Fabbrica delle Candele, Palazzo Romagnoli, la nuova Galleria Marcolini) sono idealmente una forma di presidio in centro storico e ci permettono di continuare a delineare i campi di indagine che abbiamo sviluppato nel tempo: teatro di ricerca, musica e arte contemporanee. Siamo inoltre convinti che solo un continuativo confronto con la dimensione internazionale possa far circolare aria nuova e per questo da due anni ospitiamo direttori di altri festival inserendoli in un’apposita piattaforma internazionale.


“A vent’anni non hai tempo per la legalità dei burocrati che hanno tirato il freno a mano e inchiodato il mondo” scrive Ascanio Celestini. “Figuriamoci a dieci”, gli risponderei. Dieci sono gli anni di esistenza di Ipercorpo a Forlì, oltre alle due edizioni romane. Se li devo pensare tutti assieme direi che l’azione più significativa che abbiamo svolto si può riassumere proprio in questa parola: presidio. Anche ora che gli spazi su cui tanto abbiamo lavorato ci sono temporaneamente preclusi.


Dunque è tutto nel presidio di spazi il nostro lavoro? No, io non credo. Grazie agli artisti che puntualmente accettano il nostro invito per ragioni di senso di appartenenza e non certo economiche continuiamo a essere portatori di bellezza, se per bellezza intendiamo qualcosa di drastico, a tratti violento, certamente incomprensibile nelle sue forme più alte, capace di catturarti, di portarti là dove tu non sai. Continuare spasmodicamente a cercare, come rabdomanti, le condizioni affinchè questo possa avvenire. Ecco la nostra più autentica forma di presidio.


Claudio Angelini


  • Tutto
  • Arte
  • Musica
  • Teatro

28 Maggio 2015

One Minute Dance

00:00

Fabbrica delle candele

video

La Vita Materiale

09:30

Palazzo Romagnoli

Nuovi appunti sulla collezione Verzocchi
a cura di Davide Ferri
(arte)

Crowdmap

09:30

una mappa interattiva

Apertura spazio e area bar

19:00

a cura di Diagonal Loft Club

Doppio Sogno - Strettamente Confidenziale

19:00

Fabbrica delle Candele

gruppo nanou

Dario Neri

19:00

Fabbrica delle Candele

musica

Finale di partita

21:00

Fabbrica delle Candele

Teatrino Giullare

Concerto

22:00

Fabbrica delle Candele

Dewey Dell

Blind Cave Salamander

23:00

Fabbrica delle Candele

musica

29 Maggio 2015

La Vita Materiale

09:30

Palazzo Romagnoli

Nuovi appunti sulla collezione Verzocchi
a cura di Davide Ferri
(arte)

Apertura spazio e area bar

19:00

a cura di Diagonal Loft Club

Doppio Sogno - Strettamente Confidenziale

19:00

Fabbrica delle Candele

gruppo nanou

Dario Neri

19:00

Fabbrica delle Candele

musica

Finale di partita

21:00

Fabbrica delle Candele

Teatrino Giullare

Concerto

22:00

Fabbrica delle Candele

Dewey Dell

Cosmetic

23:00

Fabbrica delle Candele

musica

30 Maggio 2015

La Vita Materiale

09:30

Palazzo Romagnoli

Nuovi appunti sulla collezione Verzocchi
a cura di Davide Ferri
(arte)

Apertura spazio e area bar

10:00

a cura di Diagonal Loft Club

Giovanni Succi

10:30

Fabbrica delle Candele

musica

Italian Performance Platform Short

17:00

Palazzo Romagnoli

guest companies by Silvia Mei

Doppio Sogno - Strettamente Confidenziale

19:00

Fabbrica delle Candele

gruppo nanou

Dario Neri

19:00

Fabbrica delle Candele

musica

Michelangelo Suite

21:00

Fabbrica delle Candele

Città di Ebla

Without - Quintetto in solo

22:00

Fabbrica delle Candele

Paola Bianchi

Das Spiel

22:30

Fabbrica delle Candele

Bedosti / Oggiano

Lada

23:00

Fabbrica delle Candele

musica

31 Maggio 2015

La Vita Materiale

09:30

Palazzo Romagnoli

Nuovi appunti sulla collezione Verzocchi
a cura di Davide Ferri
(arte)

Apertura spazio e area bar

16:00

Fabbrica delle Candele

a cura di Diagonal Loft Club

Dario Neri

16:00

Fabbrica delle Candele

musica

Riccardo Baruzzi

16:00

Fabbrica delle Candele

performance
(arte)

Tavola rotonda

16:30

Fabbrica delle Candele

a cura di Davide Ferri
(arte)

Doppio Sogno - Strettamente Confidenziale

19:00

Fabbrica delle Candele

gruppo nanou

Matita

19:00

Fabbrica delle Candele

musica

Michelangelo Suite

21:00

Fabbrica delle Candele

Città di Ebla

Without - Quintetto in solo

22:00

Fabbrica delle Candele

Paola Bianchi

Das Spiel

22:30

Fabbrica delle Candele

Bedosti / Oggiano

- Italian Performance Platform -


Italian Performance Platfrom raggiunge la sua terza edizione, frutto del desiderio di accettare una sfida in tempo di crisi: trovare nuove opportunità di circuitazione per alcune interessanti compagnie italiane e offrire ai programmatori di festival internazionali un piccolo ma prezioso osservatorio sul panorama italiano. IPP è una espressione del festival Ipercorpo che con questo progetto ha ritagliato al proprio interno una due giorni in cui gli addetti ai lavori, dopo aver presentato la loro realtà in un contesto di reciproco scambio, possono vedere gli spettacoli, incontrare gli artisti in scena e vedere i video di danza vincitori del contest italiano La Danza in 1 Minuto. L’identità originale di IPP, nasce da una felice combinazione di esperienze: la mia di consulente artistica, e quella di Città di Ebla, capace negli anni di dar vita ad un festival molto seguito dal pubblico e amato dagli artisti.


Mara Serina – Iagostudio eventi e comunicazione


Prova

 

Crediti

Ipercorpo 2015 presidio

- Crediti

– Crediti –

Un progetto di Città di Ebla

In collaborazione con Diagonal Loft Clubgruppo nanouGalleria MarcoliniPalazzo Romagnoli
Direzione generale: Claudio Angelini
Ideazione e organizzazione Italian Performance Platform: Mara Serina – Iagostudio eventi e comunicazione
Italian performance platform short a cura di: Silvia Mei
Concerti a cura di: Davide Fabbri e Elisa Gandini
Arte contemporanea a cura di: Davide Ferri
Progetto grafico: Elisa Gandini, Davide Fabbri, bildworter.com
Organizzazione: Elisa Nicosanti
Direzione tecnica e collaboratori: Luca Giovagnoli con Stefan Schweitzer, Nicola Mancini, Lorenzo D’Anna, Aboulaye Kebe
Amministrazione: Valentina Bravetti
Promozione: Vania Vicino
Collaborazione alla promozione e crowdmap Ipercorpo 2015: Carl Cappelle
Ufficio stampa: Marco Viroli
Area bar a cura di: Diagonal Loft Club
Fotografie: Gianluca “naphta” Camporesi

– Partner e Sponsor –

Con il contributo e il sostegno di:
Regione Emilia Romagna
Provincia di Forlì-Cesena
Comune di Forlì
Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì
Start Romagna

In collaborazione con:
Diagonal Loft Club
Galleria Marcolini
Atrium
Relazioni Internazionali – Comune di Forlì
Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A.
Comitato 4Progres

Main sponsor:
Poderi dal Nespoli
Conad Ravaldino e Appennino

Partner Tecnici:
Hotel Executive

ATR Contemporaneo in rete con:
Romagna Creative District
Spazi Indecisi

Area press

Ipercorpo 2015 presidio